Beati coloro che svolgono un lavoro che riescono a spiegare in un nanosecondo. Non è questo il caso di chi fa lo sviluppatore web ed ogni volta deve ricorrere ad ardite ipersemplificazioni per cercare almeno di dare un idea del lavoro della loro vita.

Prima semplificazione: faccio siti web

Non importa se sviluppiate app, web app o complessi CMS o framework: se volete farvi capire dovete dire solo "faccio siti web". Questa geniale semplificazione non risolve il problema, ma almeno vi evita imbarazzanti domande su che cosa sia un'app o un CMS, il che vi porterebbe in un vicolo cieco.

Seconda semplificazione: lavoro su Internet

Fantastica parola, Internet. È un pò come quegli ingredienti che vanno bene con tutto, anche con le pericolose improvvisazioni culinarie di chi è cresciuto a panini e uova al tegamino.

Internet ormai è una parola che si sente dappertutto, quindi dire che si lavora su Internet aiuta a dare un'idea. Ok, anche i customer care esteri delle aziende lavorano su Internet, ma non é il caso di sottilizzare.

Terza semplificazione: lavoro col computer

In genere questa definizione viene data dai nostri familiari o dalle nostre fidanzate quando parlano di noi. Si tratta di una definizione pericolosa perché ci espone al rischio di improbabili consulenze informatiche ad amici e conoscenti sugli argomenti più disparati, come ad esempio sostituzione di memorie, schede video, rimozione virus ed esorcismi su computer posseduti da varie entità.

Conclusione

Dite semplicemente: al momento sono in cerca di un'occupazione. Si tratta della risposta più sensata che possiate dare. Infatti tutti sanno cos'é un disoccupato. Sarete meno contenti voi ma almeno eviterete imbarazzanti silenzi e fraintendimenti del tipo "Ah, bello!" da parte di chi non ha capito assolutamente nulla.