Usare AJAX in WordPress

Short link

AJAX è perfettamente integrato in WordPress. In questo articolo forniremo un'introduzione all'uso di questo standard in WordPress.

Anatomia di una richiesta AJAX in WordPress

  1. JavaScript effettua la richiesta all'URL http://sito.tld/wp-admin/admin-ajax.php passando il parametro obbligatorio action con il nome della action da eseguire ed altri parametri facoltativi.
  2. WordPress legge il nome della action passata come parametro ed esegue il codice associato tramite una funzione o un metodo di una classe restituendo infine un output definito nel codice associato.
  3. JavaScript riceve l'output di WordPress e può elaborarlo.

Definire le action AJAX

WordPress dispone di due tipi di action AJAX:

  1. Private: eseguite solo per gli utenti loggati
  2. Pubbliche: eseguite per tutti gli utenti

La prima prende la forma di wp_ajax_nome_azione, mentre la seconda è wp_ajax_nopriv_nome_azione. Entrambe vengono registrate usando la funzione add_action():


function my_encode_value() {
	$value = trim( $_POST['str'] ); // Parametro passato da JavaScript 
	$encoded_value = '';
	if( !empty( $value ) ) {
		$encoded_value = md5( $value );
	}
	echo $encoded_value; // Output della richiesta
	exit(); // Obbligatorio!
}

add_action( 'wp_ajax_my_encode_value', 'my_encode_value' );
add_action( 'wp_ajax_nopriv_my_encode_value', 'my_encode_value' );

Se non usiamo exit() dopo aver restituito l'output, WordPress restituirà 0. In questo caso il nome della nostra action è my_encode_value. Non è necessario che il nome della funzione o del metodo della classe abbia lo stesso nome della action.

A questo punto possiamo usare JavaScript, in questo caso con jQuery:


$( "#form" ).on( "submit", function( e ) {
	e.preventDefault();
	var ajaxURL = "http://" + location.host + "/wp-admin/admin-ajax.php",
		data = {
			action: "my_encode_value",
			str: $( "#str" ).val()
		};
	$.when( $.post( ajaxURL, data ) ).done(function( resp ) {
		// resp contiene la stringa codificata in MD5
	});
});